Federica Fede si racconta in esclusiva a noi di TrashMagazine

0
64

Federica Fede è un’influencer che racconta giorno per giorno la sua quotidianità sui social, usando quest’ultimi come strumento di condivisione.
Si è sempre concentrata sul make-up, sulla routine mattutina, sul food e mai di attualità o cronaca rosa. Da poco tempo a questa parte ha iniziato ad interessarsi di attualità, cronaca rosa, politica e problemi del nostro paese.
Ha rilasciato un’intervista esclusiva a Valerio Riccobono direttore di Trash Magazine, ecco le sue risposte alle nostre domande.

1) Cosa ne pensi del Green pass obbligatorio?

Secondo me l’imposizione non é bella, ma in un modo o nell altro bisognerà uscire da questa pandemia che ci ha rivoluzionato le vite. Uno stop l’abbiamo avuto, ora è giusta la ripartenza con le dovute accortezze. Io sono vaccinata, ho fatto tutte e 2 le dosi e sono comunque molto attenta. Quindi si, direi che sono favorevole.

2) Sei d’accordo al DLZAN?

Il provvedimento, se approvato, istituirebbe il carcere per chi commette atti di discriminazione fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere o sulla disabilità. Io sono d’accordo, a me non toglie nulla; con 18 mesi di reclusione o 6000 euro di multa i bulletti ci penseranno sicuramente 2 volte prima di commettere qualsiasi atto discriminatorio. Mia personale opinione? Il diritto di legge non sara’ accettato, purtroppo, e le minoranze continueranno ad essere tali.

3) Cosa ti ha spinto a trattare argomenti di attualità e combattere in prima linea?

È appena finito uno shitstorm nei miei confronti solo per aver fatto uno screen di un altra persona. Io amo la cronaca nera, mi piace informarmi e ho pensato che la tragedia in america dell’influencer Gabby Petito trovata morta, si presume uccisa dal fidanzato, sia un argomento di cronaca nera molto interessante che fa pensare come ancora oggi noi donne siamo purtroppo maleabili da presunti fidanzati manipolatori e un po’fuori di testa.
Mi auguro con tutto il cuore che non sia stato lui.

4)Pensi che i social siano un buon mezzo per tramandare messaggi importanti di sensibilità legati all’attualità?

Si, certamente io nel mio piccolo provo sempre a farlo. Anche sensibilizzare una sola persona che mi segue per me è un traguardo. Molti pensano che io sia la bionda scema. Il vero problema per molti odiatori sul web è che non sono né bionda né scema

Intervista realizzata dal direttore Trash Magazine, Valerio Riccobono e Carla Lanzetta

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here