Franco Terlizzi si racconta a noi di Trash Magazine

0
40

Franco Terlizzi ha scelto in ESCLUSIVA noi di Trash Magazine per raccontare tutta la sua vita, dall’amore per la mamma, alla determinazione nello sport. Si è voluto raccontare con il direttore Valerio Riccobono, ecco cosa ha risposto alle domande di Valerio:

Com’è stata l’infanzia e l’adolescenza di Franco?

Un’adolescenza di alti e bassi, l’infanzia per me invece è stata un momento della mia vita molto bello, io vengo da ovyeshop akuschuhe mandarinaducksaldi von-dutch marellaoutlet borsalamilanesa completini intimi molto sexy 24hbottle gioie-di-gea blaineharmont mandarinaduckoutlet chilloutshut guardianialberto mandarinaduckoutlet completini intimi molto sexyuna famiglia di 13 figli, era molto bello, poi ci siamo persi un po’ negli anni. Come tante altre famiglie numerose c’erano momenti belli e brutti. Non stavamo economicamente benissimo, non avevamo tante possibilità ma ti assicuro che non c’è mai mancato niente. Grazie a mio padre.

Ormai sei a tutti gli effetti un personaggio televisivo e sei molto affermato anche in ambito sportivo, ma quali erano i tuoi sogni da bambino? Ti saresti aspettato tanto successo?

Assolutamente no, non ero neppure appassionato ed affascinato dalla box. Dopo l’apertura di una palestra nella mia città, ho assistito casualmente ad un incontro di arti marziali combattuto dai miei amici e ho chiesto di partecipare. Fisicamente ero messo bene e mi hanno consigliato la box, anche se non mi faceva impazzire. Strada facendo me ne sono innamorato.

Pensare che sia stato un caso è incredibile, la box è diventata la mia vita proprio per caso.

Ti ha aiutato anche nei momenti più difficili?

Certo, mi aiuta a svuotare la mente e mi concede uno spazio tutto mio.

Passando alla tua vita privata, sappiamo che hai due figli, un maschio di nome Michael ed una femmina di nome Camilla, e proprio Michael sta diventando sempre più conosciuto. Come descriveresti il vostro rapporto?

Michael è la mia vita. Adesso è al Gran Hermano VIP in Spagna e sono molto felice per lui. Michael e Camilla sono tutta la mia vita, non ho nulla da aggiungere. – Tu e Michael avete un carattere simile? – Sì, molto simile. Abbiamo la stessa ingenuità e la stessa onestà.

Passiamo adesso alla tua carriera televisiva, partendo dall’Isola dei Famosi. Cosa ti ha lasciato quell’esperienza?

Ho sperato davvero di partecipare all’Isola dei Famosi. In quel periodo avevo messo in pausa la box ed avevo preso qualche chilo; quindi, ho visto questa esperienza anche come un modo per dimagrire, visto che tutti perdevano tantissimi chili al termine del programma. Inoltre, grazie alla boxe avevo già partecipato ad alcuni programmi televisivi, ma non avevo mai avuto un’esperienza televisiva così intensa, anche se ci avevo provato spesso in passato. Negli anni ’90 ho avuto la possibilità di conoscere i comici della Premiata Ditta durante la loro partecipazione a Buona Domenica e mi hanno fatto prendere parte ad alcuni sketch, anche grazie alla mia stazza. Non lo nego: è bello avere notorietà ed essere salutati per strada, purché non si perda mai l’educazione.

All’Isola hai spesso discusso con i tuoi compagni di avventura. Ma oggi, sei legato ad alcuni di loro?

Certo, con coloro che non sono cambiati al termine del programma. Continuo a sentire telefonicamente Nino Formicola e Amaurys Perez, che purtroppo vive in Calabria ma che incontro volentieri per un caffè quando viene qui a Milano. Qualche volta mi incrocio per strada anche con Bianca Atzei, Jonathan Kashanian e Francesca Cipriani, ci salutiamo e ci fermiamo anche per chiacchierare.

Ed ora parteciperesti nuovamente ad un reality dopo l’Isola, nonostante tutti i cambiamenti in tv?

La tv è cambiata in peggio, coloro che partecipano ai reality non si mostrano per come sono davvero, come andrebbe fatto secondo me. Se si è bravo, si riesce a giocare anche rimanendo sé stessi con lealtà, come ho sempre fatto io. Bisogna giocare senza danneggiare gli altri giocatori, vale per la televisione ed anche per lo sport. Sicuramente rifarei l’isola, ci andrei di corsa. Fino all’anno scorso avrei partecipato volentieri al Grande Fratello, se me lo chiedessero accetterei poiché sono pronto a nuove esperienze e soprattutto mi piace lavorare in televisione. Per ora continuo a sentire Michael al Gran Hermano VIP, ha un carattere un pochino debole e gli altri concorrenti ne approfittano.

Come è cambiata la tua vita dopo l’Isola?

In meglio, assolutamente. Qualcosa può sempre peggiorare, ma essere salutato per strada non ha prezzo. Mi fa piacere essere riconosciuto, qualcuno ricorda addirittura le ospitate al Grande Fratello che ho fatto per supportare mio figlio Michael nel 2019. A volte ricevo brutti commenti da parte di qualche poveraccio e questo non mi fa piacere. Ho sempre detto che non è carino, se si hanno problemi nella vita privata non si sta meglio usando parole brutte contro qualcuno che non conosci. Ormai ho capito che fa parte del gioco, sono un ragazzo tranquillissimo e preferisco notare soltanto coloro che mi salutano per strada, non quelli che mi insultano.

Si dice che la vita a volte dimentica i nostri errori. Sei d’accordo o dobbiamo essere noi a dimenticare?

Dobbiamo essere noi a dimenticare i nostri errori stando attenti a non rifarli. Sbagliare è umano, ma ogni errore ci aiuta a non sbagliare ancora. Nel mio piccolo, grazie agli errori che ho commesso in prima persona provo a dare buoni consigli alle persone che sbagliano per aiutarli a non sbagliare di nuovo.

Ti lascio con un’ultima domanda. Dove ti vedi in futuro?

Per adesso penso soltanto a Michael e Camilla, anche se spero che in futuro ci possa essere qualche opportunità di lavoro carina.

Grazie mille Franco, sei stato davvero trasparente e questo ti fa onore.

Grazie mille a te.

SFOGLIA LA RIVISTA IN FORMATO MAGAZINE, all’interno il commento di Veronica Ursida e Cristina Incorvaia sul GF.

INTERVISTA A CURA DI GERARDO JR MACCAURO

Scopri la prima tv web italiana: www.erretvweb.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here