Intervista alla giovane attrice Azzurra Leschio

0
26

“La recitazione per me è come una luce… non ha un colore predefinito”.

Di Daniele Vargiu

Giovedì 4 gennaio abbiamo avuto il piacere di intervistare per Trash Magazine una giovanissima attrice molto promettente. Stiamo parlando dell’attrice Azzurra Leschio. La giovane attrice è di origine sarda, ed è nata il 23 ottobre del 2005 in Sardegna, a Cagliari. È nata sotto il segno dello scorpione e studia recitazione dall’età di 10 anni.

Ha iniziato il suo percorso artistico con il teatro, all’età di 3 anni, mentre a 6 anni inizia a fare recitazione cinematografica. Per quanto riguarda il suo percorso di studi ha avuto modo di partecipare a diverse masterclass con attori nazionali e internazionali quali: Maurizio Pulina, Daniel Caltagirone, Michael Margotta, e Vincent Riotta

Ha già partecipato a vari progetti cinematografici importanti, tra cui :

“A-solo”, un cortometraggio con regia a cura di Maurizio Pulina e ha interpretato il ruolo di Laura, nonché protagonista, nel 2022 la vediamo in “Lagrima” e si tratta di un cortometraggio con regia a cura di Kim Namhun e la vediamo nel ruolo di Elena, coprotagonista.

Nel 2023 la vediamo in ” I Bambini non giocano di notte” e si tratta di un altro cortometraggio con regia di Alessandro Pintus e riveste il ruolo di Lucia, coprotagonista. Sempre nel 2023 la vediamo impegnata nel cortometraggio “ Il rispetto”, nato da un’ idea dello sceneggiatore, attore e regista Daniele Vargiu, assieme a quella del regista e attore napoletano Andrea Autorino.

In questo prodotto cinematografico la vediamo ricoprire il ruolo di Sara (coprotagonista). Sempre nel 2023 è impegnata nel cortometraggio “Dietro le quinte”, con regia curata dalla stessa attrice “Azzurra Leschio” . All’interno di questo cortometraggio si ritaglia anche un ruolo da protagonista e ricopre il ruolo di Francesca.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nella stessa annata ha partecipato anche al cortometraggio che si intitola “Un Natale da Pan” con regia a cura di Manuele Trullu e la vediamo nel ruolo di Maria. Come potete notare sono tantissimi i ruoli che la giovane attrice sarda è andata a ricoprire. Azzurra è una ragazza poliedrica che ama l’arte in tutte le sue forme ed espressioni. Da piccola si è anche dedicata allo studio della musica che gradirebbe riprendere .

Si può dire che la musica faccia proprio parte della sua famiglia , perché oltre a lei grandissima appassionata di arte e di musica, ha due fratelli anch’essi appassionati entrambi di musica… uno ci lavora quotidianamente ed è conosciuto in arte con il nome “Leschio”, mentre l’altro produce musica ma al tempo stesso si occupa anche di altro. Insomma una famiglia ricca di talenti . Azzurra definisce la recitazione come una luce, non la identifica con un colore preciso . Nel tempo libero ama leggere soprattutto i libri di psicologia, e predilige per lo più lo scrittore e autore Raffaele Morelli.

Attualmente frequenta il quinto anno del Convito Nazionale e parla tre lingue: inglese, francese e spagnolo. Per la giovane attrice sarda si prospetta un futuro ricco di traguardi da raggiungere ci racconta sul finale che vive la propria vita focalizzandosi sempre sul presente, anche se inevitabilmente bisogna tener conto del futuro. È felice degli obbiettivi raggiunti sino ad ora.

Sta realizzando tutti i suoi sogni ed è supportata da persone che la amano e di cui può fidarsi. Inoltre ci racconta che sta imparando tantissime cose nuove e sta facendo tesoro di esperienze meravigliose. Sul finale ci dice “Non si può sperare di non stare mai male, l’importante è cogliere il lato positivo e l’insegnamento da quella esperienza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here